Vetri Antirumore

Vetro Antirumore PVB SILENCE.

Vetri antirumore

Un vetro è in grado di ridurre tanto più il passaggio del rumore quanto maggiore è la sua massa.
Tuttavia un vetro semplice, anche se di forte spessore, non isola in maniera uniforme al variare della frequenza del rumore. Il vetro stratificato è adatto all’isolamento acustico perché abbina all’azione del vetro (massa) anche l’azione dell’intercalare plastico, frapposto, tra le lastre.
Un particolare PVB acustico, studiato e brevettato da SAINT-GOBAIN GLASS, il PVB SILENCE® agendo come ammortizzatore, tra le lastre di vetro dello stratificato, impedisce la vibrazione eliminando il problema della frequenza critica e, quindi, dei picchi sonori ad alta frequenza.

SGG STADIP SILENCE® è un prodotto unico e brevettato che offre un comfort acustico, fino ad oggi senza equivalenti.

PVB SILENCE® e STADIP SILENCE® sono marchi registrati Saint Gobain Glass.

L RUMORE: UN REALE PERICOLO PER L’UOMO

Nel mondo in cui viviamo sempre più persone soffrono a causa dei rumori eccessivi. L’eliminazione di questo elemento di disturbo è divenuta una delle maggiori sfide per i responsabili dei nostri luoghi di vita e di lavoro.

Il rumore genera stress... “ A partire da un livello di rumore di 60 dB (A), compaiono manifestazioni di stress: disturbi del sonno, indebolimento delle prestazioni psichiche ed intellettuali” (Prof. Lehman, Istituto Max Plance).

...e problemi cardiaci. L’Istituto Berlinese per l’igiene dell’Acqua, del Suolo e dell’Aria rivela che le persone esposte a livelli medi di rumore superiori a 65 dB (A) durante il giorno - ovvero 1/6 della popolazione tedesca - hanno il 20% di rischio in più di subire una crisi cardiaca.

L’esposizione costante al rumore e a suoni discordanti produce nel corpo un flusso costante di adrenalina, cosa che può condurre all’ipertensione, a problemi psicologici e a disfunzioni della sfera sessuale (Time, Luglio ‘98).

IL RUMORE E I BAMBINI

Uno studio condotto a Monaco evidenzia che i bambini di una scuola situata vicino all’aeroporto presentano una riduzione delle capacità cognitive nei settori della memoria e della comprensione della lingua (Psychological Science 1995,1998).

UN FENOMENO DI INQUINAMENTO

Paradossalmente, mentre a livello internazionale si conduce una battaglia contro certi aspetti specifici dell’inquinamento, il degrado delle condizioni di vita operato dai rumori molesti continua ad aggravarsi.

Il 65% della popolazione europea è esposta regolarmente a intensità di rumore di 55 dB (A) e il 16% a intensità maggiori di 65% dB (A) (Agenzia Europea per l’ambiente).

Gli sforzi per ridurre il rumore delle auto sono annullati dall’aumento del traffico (Commissione Europea: Politica futura nei riguardi del rumore, 4/11/1996).

POSSIAMO REAGIRE!

Agire unicamente sulle fonti del rumore è difficile, ma è possibile ridurre fortemente la penetrazione del rumore all’interno dell’ambiente nel quale viviamo.